Home Page » Documentazione » Notizie » Polemiche su Città dello Sport, il vicesindaco Cipollone: "Con lo sport vinciamo noi, da altri solo astio e disinformazione"

Notizie

Polemiche su Città dello Sport, il vicesindaco Cipollone: "Con lo sport vinciamo noi, da altri solo astio e disinformazione"

cipollonevicesindaco
dom 21 gen, 2018

"E' difficile, se non impossibile, confrontarsi con i reduci di fantomatiche coalizioni per le quali il tempo sembra non essere passato, tanto appaiono disinformate o, peggio, in cattiva fede, accecate dal rancore e dalla frustrazione di chi sa di non aver lasciato che macerie". Così Emilio Cipollone, vicesindaco di Avezzano e assessore ai lavori pubblici replica all'ex consigliere Gianfranco Gallese.

"Se gli scriventi avessero assistito al consiglio comunale in cui si è approvato il bilancio - puntualizza Cipollone - saprebbero che siamo stati costretti a rinunciare al mutuo di 1.250.000 (questa la cifra esatta) perché, a causa dell'inerzia della precedente amministrazione, tale mutuo non sarebbe più stato a tasso zero ma sarebbe diventato molto oneroso per l'amministrazione. Il contratto con il Credito Sportivo, infatti, prevedeva che, se i lavori non fossero iniziati entro 6 mesi, sarebbe venuta meno tale agevolazione e il termine è scaduto in data 16 giugno 2017. Non solo. Quel finanziamento, che di fatto ingessava la capacità di indebitamento del Comune, impedendo ogni altro intervento in città, avrebbe interessato solo residualmente la pista dello stadio e qualche gradinata. Lavori parziali, palliativi rispetto allo stato della struttura, come iniziare a costruire una casa dal tetto, anzi mettendo qualche tegola qua e là. Pertanto abbiamo deciso di utilizzare solo 250mila euro di quel mutuo per il rifacimento e la messa in sicurezza degli spogliatoi, che sono impraticabili, e di investire quanto resta del milione all'interno della città con opere di grande importanza, in un connubio, questo sì attrattivo, di sport, cultura e arte. Il che - sottolinea Cipollone - non va a penalizzare le strutture sportive. Al contrario: il campo di Hockey e di Rugby, per il quale prima di ora non era mai stato prodotto un progetto esecutivo, è finanziato con un mutuo di 200mila euro a tasso zero e godrà di un contributo integrativo premiale di 50mila euro del Coni. Non è un caso, del resto, che il 17 e il 18 febbraio 2018 ospiteremo le finali del campionato nazionale di Hockey, lo scorso anno ospitate da Siracusa, a conferma della reputazione dei nostri impianti fuori regione. C'è inoltre un contributo a fondo perduto di 160mila per il Velodromo e di 200mila euro per la palestra di arti marziali, interventi per i quali abbiamo anche pronti quei progetti esecutivi sinora mai presentati. Grazie ai Bandi ministeriali per Sport e Periferie, sempre con contributi a fondo perduto, abbiamo la possibilità concreta di realizzare campi sportivi in sintetico a Paterno (600mila euro) e San Pelino (500mila) e se, come crediamo, il MEF aderirà al progetto da noi presentato, avremo 600mila euro per lo stadio di Antrosano con cui, oltre al completamento e al rifacimento dell'esistente, sono previsti anche  impianti fotovoltaici all'avanguardia. Chi parla di amministrazione disattenta allo sport mescolando argomenti diversi e dando i numeri a caso, lo fa solo nel tentativo maldestro di denigrare il lavoro portato avanti con determinazione dall'amministrazione De Angelis - chiosa Cipollone - grazie al quale Avezzano sta già facendo grandi passi in avanti, sostenendo tutte le discipline sportive alla luce del sole, come ci viene quotidianamente riconosciuto dalle associazioni e dagli operatori del settore. Se poi ci sono privati disponibili a condividere questo processo virtuoso - conclude il vicesindaco - le porte del Comune sono aperte a tutti gli imprenditori di buona volontà".

Condividi

Eventi correlati

Immagini correlate

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici Ok Informativa completa