Home Page » Documentazione » Notizie » Nidi e centri gioco accreditati. Presentato progetto da 210mila euro per abbattimenti delle rette e formazione per gli educatori

Notizie

Nidi e centri gioco accreditati. Presentato progetto da 210mila euro per abbattimenti delle rette e formazione per gli educatori

confbarone
sab 18 nov, 2017

Arrivano 210mila euro per i nidi e i centri gioco accreditati dal Comune di Avezzano. Si è svolto questa mattina nella sala consiliare un incontro con tutti i responsabili delle strutture della città, cui hanno partecipato anche numerose famiglie con i bimbi. L'assessore alle Politiche sociali, Angela Salvatore, ha illustrato i dettagli del progetto, finanziato dalla Regione con la partecipazione anche di fondi comunali.

Alla conferenza, moderata dal professore Francesco Barone (Università degli Studi dell'Aquila), ha partecipato anche il docente universitario Giuseppe Cristofaro, specializzato in Psicologia dell'Infanzia. Per la parte tecnica ha relazionato la dirigente del settore Sociale, Maria Laura Ottavi.

Nel territorio comunale di Avezzano sono quattro le strutture accreditate come nidi più due centri gioco. Si tratta dei nidi d'infanzia Coccodrago, DiventarGrande, Parimpampù, Un Mondo a Colori e dei centri gioco Il Paese dei Balocchi e Amahoro.

I fondi, circa 210 mila euro in totale (33mila euro sono messi a disposizione dal Comune) saranno concessi alle strutture che hanno scelto di farsi accreditare dal Comune e che quindi, periodicamente vengono controllate dall'Ente.

"È un progetto diretto ai servizi erogati nei confronti dei bimbi molto piccoli, di un'età compresa tra i zero e i tre anni", ha detto l'assessore Salvatore, "e per questo fortemente voluto e coordinato dal sindaco Gabriele De Angelis. Abbiamo concordato che il 35 per cento del contributo verrà vincolato per partecipare alle spese di gestione delle strutture mentre il 65 per cento all'abbattimento delle rette mensili delle famiglie che hanno necessità dei nidi dell'infanzia. Molti genitori lavorano e non hanno la possibilità di stare con i propri bimbi per tutto il giorno".

Il progetto sarà attivo per due annualità educative: 2017/2018, 2018/'19 e pertanto avrà decorrenza retroattiva, dallo scorso settembre.

La dottoressa Ottavi ha spiegato che entro la fine di novembre sarà pubblicato sul sito internet del Comune tutta la modulistica necessaria alle famiglie per richiedere gli sconti sulle rette. Le agevolazioni saranno calcolate in base al reddito Isee (tetto massimo 36mila euro).

Importante è sottolineare che l'amministrazione comunale di Avezzano, a guida del sindaco De Angelis, tramite il lavoro dell'assessorato al Sociale, ha promosso la costituzione di una rete territoriale tra tutti i servizi educativi accreditati, con un ruolo di coordinamento e regia. Tutte le strutture accreditate si sono impegnate a firmare un protocollo d'intesa con il Comune per la programmazione di un'unica attività di formazione: gli operatori saranno formati da docenti universitari di fama ma anche da educatori in una sorta di autoformazione. 

Condividi

Eventi correlati

Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici Ok Informativa completa