Home Page » Documentazione » Notizie » Exercise 2019, si lavora sulle aree di attesa e sul Coc

Notizie

Exercise 2019, si lavora sulle aree di attesa e sul Coc

incontro protezione civile regionale
ven 28 dic, 2018

Si è svolto questa mattina in Comune un incontro con i funzionari della sala operativa regionale Riccardo Rucci e Francesco Prosperini per definire alcuni aspetti operativi dell'esercitazione di protezione civile, in agenda per il prossimo 13 gennaio, così come predisposto dal dirigente regionale, Silvio Liberatore.

 

Insieme ai dirigenti comunali e ai responsabili del Centro Studi Edimas si è discusso su come rendere funzionale, per il giorno dell'esercitazione, il Coc (Centro operativo comunale) in Borgo via Nuova. Grazie alla fattiva collaborazione dell'assessorato regionale di Protezione civile, a guida di Mario Mazzocca, il Comune potrà usufruire di alcune tende in cui saranno allestite delle postazioni in cui si potrà lavorare in uno scenario di emergenza.

 

Nell'incontro è stato definito anche un calendario di incontri affinchè quel giorno, ad ogni area di attesa, ci siano i volontari della protezione civile e di altre associazioni che hanno già dato la propria disponibilità a partecipare all'iniziativa. Nei prossimi gioni si procederà per chiedere la collaborazione anche di altre associazioni del territorio, non solo di Avezzano, che si occupano di protezione civile e di gestione di emergenza.

 

Il 13 gennaio del 2019 si chiederà ai cittadini di allontanarsi dalle proprie abitazioni e di raggiungere le aree di attesa. In città ce ne sono 30 ed è possibile visualizzarle nella sezione "Exercise 2019", appositamente aperta sul sito istituzionale dell'Ente:

https://www.comune.avezzano.aq.it/pagina4620_exercise-2019hm.html

 

L'esercitazione si svolgerà nella massima sicurezza anche grazie alla partecipazione massiccia della polizia locale che sarà impegnata non solo nelle aree di attesa ma anche nel pattugliamento delle strade. Tutti i dettagli sulla sicurezza saranno definiti nei prossimi giorni così come richiesto dal prefetto Giuseppe Linardi in un primo incontro che c'è stato all'Aquila. Intanto, il 3 gennaio, in Comune, sono stati invitati tutti i rappresentanti delle associazioni locali che si occupano di protezione civile e gestione di emergenza, che rappresenteranno senz'altro un valore aggiunto nel presidio delle aree e nell'accoglienza delle persone.

 

Condividi
Questo sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici Ok Informativa completa